header ricette inside

Galleria Piatti

  • Carpaccio Stagionato
    Carpaccio Stagionato
  • Affettato in salsa verde
    Affettato in salsa verde
  • Filetto Veg
    Filetto Veg
  • Lasagne con Ragù Veg
    Lasagne con Ragù Veg
  • Linguine di Lupino
    Linguine di Lupino
  • Pizzaiola Veg
    Pizzaiola Veg
  • Crocchette/Salamini
    Crocchette/Salamini
  • Spezzatino Veg
    Spezzatino Veg
  • Pasta al Ragù Veg
    Pasta al Ragù Veg

Affettato e Trancio Stagionato

Lo Stagionato di norma non si cucina. E' pronto così e necessita, una volta aperto, di essere ammorbidito con olio ed eventualmente succo di limone. Per piatti con un tocco di sapore in più, anche qualche goccia di aceto balsamico risulta molto gradevole.

Molti amici hanno postato in rete ricette in cui lo si utilizza per avvolgere creme, salse o preparati con verdure di varia natura. Tutte ricette perfette vista la consistenza dello stagionato che non si lacera nel manipolarlo.

 

Bresaola bio


 L'affettato dunque è un formato versatile che si presta ad utilizzi dei più svariati. Una amica esperta di cucina vegana talvolta lo utilizza previa "marinatura" in bagno d'olio e spezie. Altre volte come rinforzo di insalate usando anche il trancio a bastoncini sottili. Insomma, la fantasia può essere sperimentata con larghi margini di successo.

Il Trancio - a parte la possibilità di affettarlo come quello già pronto in vaschetta -  consiglio di tagliarlo a cubetti e passarli al mixer: si ottiene un macinato (più o meno grossolano a seconda dei gusti) per la preparazione del Ragù. Non c'è granulare di Soia o seitan che tenga il confronto. Ho notato, ad esempio, che lo stagionato è in grado di correggere l'acidità della salsa di pomodoro che talvolta capita di trovare anche fra i prodotti biologici.

Per la preparazione, dipende da come siete abituati. Personalmente preparo un trito di carote sedano e cipolla e li faccio appassire un po'. Molti lo fanno in olio, io lo faccio in poca acqua leggermente salata. In ogni caso, una volta appassite le verdure aggiungiamo il macinato e vedremo che si porta via immediatamente tutto il liquido per cui stiamo attenti ad unire subito un po' di salsa di pomodoro diluita con acqua.

Lasciate insaporire a fiamma bassa per un paio di minuti, facendo raccogliere al macinato i sapori delle verdure. Unite la salsa di pomodoro e cuocete una ventina di minuti. Regolate di sale ed eventualmente di qualche spezia a piacere. Nella ricetta originale del Ragù, ad esempio, è previsto il Rosmarino che io ci metto molto volentieri già durante la cottura.

Il Ragù risulterà denso e consistente, con tutti i pezzettini masticabili che saranno una gioia per la vista e per il palato. Se poi lo lasciate riposare una notte (una volta freddo, in frigo), il giorno dopo sarà ancor più sorprendente.

Questo sito usa i cookies per migliorare la navigazione e il ritorno sul sito.
Continuando la navigazione accetti tale utilizzo. Per saperne di più clicca sul pulsantino o chiudi il banner.